Agamben tra errore ed esattezza

Si parte dall’idea che noi siamo quello che facciamo e che facciamo qualcosa piuttosto che nulla in quanto lo vogliamo. Noi esigiamo. La filosofia è la questione dell’esigenza, il metterla in questione e l’esigenza stessa. Inoltre, noi siamo piuttosto che non esserci. Così la questione dell’esigenza porta in gioco la questione dell’essere, ciò che esigeContinua a leggere “Agamben tra errore ed esattezza”

Cenni di Lingue Elbane

L’Elbano di Scoglio si distingue in due categorie: orientale ed occidentale. Non va confuso con l’Elbano di Città, che è un Fiorentino di Mare. A sua volta, l’Orientale si distingue in tre ceppi: riese/cavese e capoliverese e un terzo ceppo alloctono, il Longonese. Quello Occidentale (o Marcianese in senso lato) si ramifica in Pucinco (Poggio,Continua a leggere “Cenni di Lingue Elbane”

Che cos’è bellezza

Che cos’è bellezza? Chiese Poros a Penìa. È la misura. Rispose lei abbracciata a lui dopo l’amplesso. Così nascerà Eros, il daimon dell’amore, questa emozione che cerca e che fugge, che viene e che va. Proprio come la vita. Come il moto onduoso di un mare nero, le bracciate della voga, il giorno e laContinua a leggere “Che cos’è bellezza”

EIN SOMMER AUF (OST) ELBA

È notizia di questi giorni la diffusione di un film tedesco per la tv interamente girato all’Elba, che porta anche nel titolo. Un’estate all’Elba è una storiella dalla trama molto leggera. Racconta di una famiglia tedesca che va in vacanza all’Elba, dove grazie alla vita in mezzo alla natura scopre di essere in crisi eContinua a leggere “EIN SOMMER AUF (OST) ELBA”

Pensiero in noi

Il sole era sempre troppo lontano, abbastanza da essere intuito, ma non da esser visto.L’Enfola era una piramide naturale che emergeva dal mare come l’isola di un lago, le acque piatte in certi giorni come questo. Non si è connessi se non si è veloci. Rapidi al limite dell’istantaneo, quasi attaccati, prossimi nell’essere a tuttoContinua a leggere “Pensiero in noi”

Etruschi e iperborei

vivere in ScandinaviaETRUSCHI E IPERBOREI La mia esperienza scandinava – nordica, dicono loro, “nordysk” – cominció con un trasferimento a Copenaghen nel 2005 dove rimasi a vivere ingegnandomi per otto mesi.Notai subito che la mia casa, a pianterreno in Elmegade 23, aveva delle finestre enormi senza né tende né persiane. Semplicemente non c’era nulla daContinua a leggere “Etruschi e iperborei”